Dopo aver dato il via libera il premier Giuseppe Conte agli spostamenti nella propria regione dal 18 Maggio, possibilità concessa ancor prima a chi praticava sport dal 3 Giugno sembrerebbe diventar concreta l’ipotesi della possibilità di uscire fuori dalla propria regione senza autocertificazione.

A conferma il ministro degli affari Francesco Boccia ha fissato le condizioni della riapertura

L’ipotesi di programmare le riaperture interregionali dal 3 giugno è stata ufficializzata ma a condizione che si rispettino i dati del monitoraggio. Se una regione è ad alto rischio è evidente che non può partecipare alla mobilità interregionale.

Monitoraggio curva dei contagi ogni Venerdi

Quindi a decidere se potremo sconfinare con la nostra bici dalla propria regione per una sgambata sarà ancora una volta la curva dei contagi, un riepilogo settimanale che verrà stilato ogni venerdi. Di fatto la data chiave della riapertura dei confini regionali sarà quella di venerdi 29 maggio.

Se una regione rientra in quelle ad lato rischio sarà quindi esclusa. Al termine del lockdown le regioni a rischio moderato erano Umbria, Molise e Lombardia e nessuna rientrava a rischio alto.

Sembra proprio che il 3 Giugno potrebbe si potrà circolare tra regione a regione mantenendo come sempre le distanze di sicurezza.