Quattro anni fa andai per curiosità ad assistere alla Red Hook a Milano, la gara finale criterium a scatto fisso che si svolse nel quartiere universitario Bovisa.

Un melting pot di primordine, team provenienti da tutto il mondo, tanti watt da sfogare sull’asfalto ruvido e curve da pennellare per risparmiare le propria ossa. Non solo team, ma anche fiumi di birra, atmosfera hipster e le immancabili bancarelle ufficiali.

Avevo bisogno di un paio di guanti lunghi ma leggeri, adatti sia per l’autunno che per la primavera e perchè no che si potessero indossare anche in estate, quale migliore occasione per portare a casa un regalo ricordo di quella indimenticabile giornata?

Guanti giro Dnd dopo quattro anni di uso super intenso

Dopo aver assistito e fotografato le qualifiche vado a fare un giro tra le bancarelle del marchandising ufficiale e la mia attenzione viene catturata da un paio di guanti lunghi per ciclismo su pista, marca Giro griffati Cinelli con la classica C della casa milanese. Mi innamoro a prima vista. Li provo sfoderando un inglese maccheronico e decido di acquistarli anche se la misura era leggermente stretta per le mie mani facendo fede ad un eventuale cedimento del tessuto dopo enne lavaggi. Mi stavo sbagliando.

Test guanti Giro

Dopo quattro anni i guanti hanno resistito ad una rovinosa caduta a terra con ricovero in ospedale, pioggia, tre “Strade Bianche” e cinque allenamenti settimanali. Il compleanno è quasi alle porte per loro, cinque anni, non si sono deformati con il tempo e non si sono strappati durante la rovinosa caduta. Uno stress test durato cinque anni e che hanno incoronato questi guanti come i miei preferiti, difficilmente cambierò marca.

Il modello si chiama “Giro dnd”, ha il palmo rivestito in pelle scamosciata sintetica ed il dorso fatto di resistentissimo tessuto tecnico aderente. Il guanto ha in prossimità delle dita una particolare resina colorata che aumenta il grip sui comandi della bici da corsa, molto utile per chi come me ha mani abbastanza piccole. Il Giro Dnd veste molto aderente, il mio consiglio se siete a cavallo tra due taglie è quello di acquistare la misura più piccola che aderisce meglio e vi fa sentire tuttuno con i comandi. Sull’estremità del guanto c’è un’apposita appendice molto utile e che aiuta a sfilare il guanto quando si ha la mano sudata dopo la pratica sportiva.

Il Giro dnd lo trovo un ottimo prodotto, ben fatto e non eccessivamente costoso, molto resistente e utile soprattutto nelle mezze stagioni quando il guanto invernale è troppo pesante e quello estivo è troppo leggero. Insomma talmente entusiasta del prodotto che ne ho preso un secondo paio di diverso colore.

Qui sotto potete trovare una lista di guanti Giro di vari colori della serie Dnd.

Offerta modello guanti giro dnd