La Tera è stata costruita prestando particolare attenzione al prezzo finale ma tecnologicamente avanzata per portare le competenze di Basso gravel a tutti.

Tera, che significa terra / sporco / suolo in dialetto veneto applica nel nuovo modello di gravel 2021 le conoscenze acquisite dall’esperienza del modello Palta.

È l’era del carbonio e dell’alluminio e Basso ha ritenuto opportuno mettere insieme i due elementi nel tentativo di creare un telaio che celebri le qualità ed i vantaggi di entrambi i materiali. La prima soluzione gravel a materiale misto.

Tera combina la parte di telaio anteriore in alluminio con un carro posteriore in fibra di carbonio. Anche se potrebbe sembrare che una costruzione simile sia stata vista su strada in passato, la costruzione della Tera è piuttosto unica in quanto fornisce una soluzione ingegnosa e leggera per le sospensioni.

Il telaio anteriore è realizzato in alluminio leggero per garantire il massimo trasferimento di potenza dove conta mantenendo un peso basso.

Il carro posteriore in fibra di carbonio è legato direttamente all’area del movimento centrale tramite una tecnica avanzata di layup. La soluzione adottata a perno fisso consente fino a 8 mm di flessibilità pur rimanendo estremamente efficiente in termini di trasferimento di potenza.

I vantaggi del carro posteriore in carbonio a perno fisso si abbinano molto bene alla forcella anteriore derivata dalla “Palta”. In questo modo la Tera può ospitare gomme della sezione da 45mm rendendola una vera e propria macchinad a guerra pronta a mordere qualsiasi tipo di terreno.

I cavi sono a passaggio interno garantendo non solo un’estetica più pulita, ma anche una trasmissione e un sistema frenante più protetti. Perfettamente compatibile con le trasmissioni 1x e 2x, la Tera è pronta per qualsiasi configurazione desideri .

Due le configurazioni disponibili. Una dotata di gruppo Shimano 105 ed un’altra versione dotata di gruppo Sram Apex

I prezzi al pubblico.
Tera con Shimano 105: 1.920 euro
Tera con Sram Apex: 1.820 euro

Seguici su Facebook per rimanere sempre aggiornati oppure su Google News