Ormai la stagione 2020 di ciclismo professionistico è conclusa e gli organizzatori ormai da diversi mesi si stanno proiettando verso il 2021 in attesa di conferme e di un risollevamento generale della situazione sanitaria a livello mondiale.

Se uno delle prime vittime illustri è il Tour Down Under che doveva aprire la stagione professionistica in Austrialia dal 14 al 24 Gennaio, c’è chi guarda ancora più avanti ipotizzando una stagione purtroppo funesta a livello di ristrezioni.

Arriva la comunicazione ufficiale da ASO (gli stessi organizzatori del Tour De France e della Vuelta) che il Tour Of Yorkshire si disputerà nel 2022. Una presa di posizione molto importante in quanto non valuta neanche la possibilità di un rinvio o slittamento della competizione.

La scelta alquanto sofferta fa pensare ad un possibile rimescolamento delle gare durante la prima parte dell’anno. Purtroppo il 2021 si presenterà ancora ostico a livello organizzativo visto l’aumentare in modo esponenziale dei contagi a livello mondiale.