E’ in arrivo la bella stagione ma non abbiamo ancora messo abbastanza fieno in cascina per percorrere 120/140 km in bicicletta, come possiamo fare se vogliamo fare un giro più lungo del solito?

Ecco alcuni consigli per sostenere un giro lungo senza un buon allenamento di fondo alla base.

Ricordarsi di bere sempre

La prima cosa sicuramente da fare è quella di ricordarsi sempre di bere, la dose consigliata è quella di una borraccia ogni ora. Infatti la carenza di acqua farebbe scendere il nostro livello di prestazioni. Attraverso il sudore il nostro corpo non espelle solamente acqua ma anche sodio, potassio, magnesio e cloro che vengono prodotti dalle ghiandole sudoripare partendo dal plasma sanguigno. Con un calo del 2/3% del peso corporeo dovuto alla sudorazione vi è infatti una notevole perdita d prestazioni.

Mangiare sempre qualche cosa

Anche una barretta energetica a base di carboidrati è molto utile per ripristinare i nostri livelli di glicogeno. Attraverso uno sport di endurance, ovviamente in base alla nostra intensità, avremo un dispendio calorico di un certo quantitativo che dovrà essere reintegrato per far rimanere intatte le nostre scorte di energia disponibili. Barrette, oppure frutta secca possono venirci in aiuto.

Non spingere rapporti pesanti

Come abbiamo spiegato, allenare l’agilità può aiutare a sprigionare una maggiore potenza senza dover utilizzare rapporti pesanti. Utilizzare ad esempio un 53-11 per un lungo periodo di tempo in pianura potrebbe essere fatale per le nostre gambe. La forza impressa per utilizzare un rapporto molto lungo infatti solleciterà quella parte del muscolo ad alto affaticamento. L’ideale sarebbe quella di utilizzare una cadenza con cui vi sentite a proprio agio. Ognuno di noi ne ha una, ed è quella che vi consente di pedalare con agilità senza sforzo.

Sapersi gestire

Cercare di tenere un’andatura regolare, evitando scatti e contro scatti. Si cerca di mettere con questa ustica, come si dice in gergo, del fieno in cascina, e per farlo dovete gestirvi al meglio. Come anticipato, utilizzate una velocità di crociera più bassa rispetto al solito, tenetevi una riserva e rimaneteci per tutti il tragitto. Anche se sapete che potete andare più velocemente evitate.

Gel

Tenetevi un gel per l’ultimo tratto, se siete senza forze. In mancanza di questo potrebbe comunque andare bene un alimento ad altissimo indice glicemico. Una pausa al bar con una Coca Cola potrebbe riempire in modo molto veloce il vostro serbatoio di energie. Un’altra alternativa sarebbe introdurre degli zuccheri nella borraccia diluendolo con dell’acqua.

Pianificazione percorso

Pianificatevi il percorso in anticipo magari utilizzando google maps oppure Komoot. Attraverso la pianificazione potete mettere la parte più dura all’inizio quando siete più freschi lasciando una parte più semplice senza salite impegnative nella parte finale.