Elia Viviani durante un allenamento Domenica in Italia percorrendo una salita ha visto il suo cuore balzare a 220 bpm per 20/25 secondi. Allarmato dopo l’accaduto ha chiamato il Dottor Corsetti che lo segue come medico cardiologo da dieci anni.

Dopo gli accertamenti con eco cardiogramma sotto sforzo massimale per ripercorrere l’evento di aritmia cardiaca accaduta durante l’allenamento si è deciso per un ricovero ed ulteriori accertamenti con cardiogramma, eco cardiogramma e risonanza magnetica.

Dopo il secondo episodio di aritmia verificatosi all’ospedale durante una diagnosi si è deciso di intervenire chirurgicamente attraverso una ablazione cardiaca.

Il problema sembra risolto, ho un chip per monitorare la mia attività cardiaca, sono ottimista, avrò uno stop di 15 giorni, domani ritornerò a Monaco per perfezionare il mio rientro.Il programma rimarrà uguale, Uae Tour, Tirreno e le classiche. La mia condizione era buona prima di questo fatto e sono tranquillo di questa cosa e molto determinato per una stagione del riscatto.

Queste le parole di Elia Viviani dall’ospedale. Attendiamo ulteriori notizie.