Da Lunedi finalmente ci sarà la ripartenza per quanto riguarda lo sport e tutte le attività di produzione aziendale ma purtroppo la riapertura dei negozi è ancora lontana. Si sta promuovendo la mobilità sostenibile grazie all’uso delle biciclette nelle città per poter raggiungere in sicurezza il proprio luogo di lavoro senza creare assembramenti nei trasporti pubblici. E’ forse l’inizio di una sana abitudine che alcuni paesi europei già promuovono da anni, forse si potrà instaurare un rapporto di reciproca convivenza tra automobilisti e ciclisti che insieme possono coesistere e rispettarsi insieme.

C’è al vaglio un bonus di 200 euro per l’acquisto di biciclette elettriche e muscolari, un provvedimento che potrebbe risvegliare in qualche modo il settore. Abbiamo un bonus e non abbiamo negozi dove acquistarle o far manutenzione.

A tal proposito abbiamo sentito Sardi Cicli un’istituzione nel ciclismo qui in Brianza, un commerciante storico nel cuore di Monza, una piccola città che vanta molta tradizione sportiva. Molti lo conoscono non solo a livello provinciale. Attivi nelle Criterium con Cinelli, rivenditore ufficiale Giant con uno store di prossima apertura.

Ciao Alessandro, che cosa ne pensi di questa chiusura forzata?
Penso che la spinta all’utilizzo di biciclette (finalmente…) debba per forza essere supportata da una rete di vendita e/o manutenzione altrimenti creerebbe molti disagi a chi già utilizza questo mezzo per muoversi ed a chi decidesse di iniziare a pensare all’uso delle nostre amate due ruote come mezzo alternativo ad auto e mezzi pubblici. Tutti ci guadagneremmo in saluto e benessere.

Che cosa prevedi nei prossimi mesi, si inizierà a pedalare per raggiungere il posto di lavoro?
Penso di si, sono ottimista. D’altronde tutte le città nel mondo dove la qualità della vita è decisamente alta hanno già da tempo adottato questa scelta di trasporto urbano. Mancano le infrastrutture da noi (bike lanes) ma ad esempio a Milano il Sindaco Sala ha fatto veramente una magia in pochi giorni. Speriamo che tanti altri suoi colleghi seguano il suo esempio.

Siamo ancora lontani da una mobilità urbana all’avanguardia come nei paesi del nord europa?
Ora si, ma speriamo di avvicinarci il prima possibile.

Che cosa si potrebbe fare per migliorarla?
Semplicemente creare bike lanes di tutto rispetto dove i ciclisti possano essere tutelati per non incorrere in incidenti con altri mezzi.
Fare in modo che la cultura della bicicletta come mezzo di trasporto salutare, veloce e sicuro entri nella testa della gente. Siamo Italiani e la bici e la bici è nel nostro DNA!

Riapertura dei negozi di bici, quanto potrebbe essere utile ai fini del nuovo decreto e del bonus promesso?
E’ basilare perché i cittadini vorranno giustamente approfittare di questi incentivi ma se non potranno recarsi nei negozi, che saranno attrezzati perché ci si ritrovi in un ambiente sicuro, come potrebbero fare?

Come ti sei organizzato in questo lockdown?
Abbiamo continuato con le spedizioni (soprattutto di Home trainers per allenarsi in casa) ed abbiamo iniziato a distribuire delle mascherine in tessuto tecnico lavabile con grafiche decisamente “fashion” al prezzo popolare di € 7,50 (€ 6,50 per 10 pezzi). Qui il link per poterle visionare: http://www.sardicicli.com/it/prodotti/?idp=5834&idc=36&ids=1

Possiamo dare un’anticipazione di dove sarà il tuo Giant Store?
Sarà un open space di 270mq come esposizione e 250mq come magazzino dedicato per la maggior parte al nostro primo partner commerciale GIANT/LIV. Cosa molto interessante ci sarà uno spazio solo per le nostre AMICHE cicliste ed un officina molto innovativa

Abbiamo voluto una testimonianza attiva da chi nel mondo del ciclismo ci lavora da moltissimi anni (consegnò una bici ad Ayrton Senna durante il Gran Premio di Monza). Le testimonianze hanno funzionalità bardica, ci raccontano storie ed esperienze, e lui di esperienza nel mondo del ciclismo ne ha moltissima. Un suo punto di vista essenziale per meglio inquadrare un problema importante come la mobilità cittadina e la riapertura dei punti vendita per mettere a disposizione di tutti assistenza e vendita.

Ci auguriamo che in tal senso il governo possa prendere i necessari provvedimenti nel sostenere la riapertura ed incentivare l’uso di questo fantastico mezzo facendoci riscoprire più responsabili e più ecologici.