Ognuno di noi conoscerà sicuramente un ciclista che appartiene ad una di queste sei categorie. Abbiamo voluto identificare sei tipologie di persone diverse che potrebbero appartenere e ben figurare all’interno di uno di questi sei gruppi.

Il succhiaruota

E’ quello sicuamente più odiato, non “tira” mai il gruppo e non si espone. Ci accorgiamo di lui solamente quando arriviamo al bar per una pausa caffè. E’ il ciclista più fresco del gruppo che beneficia della media oraria senza far fatica vantandosi con i suoi amici una volta arrivato a casa.

Il Strava

Se non è su Strava non esiste. Questo è il suo motto. Lui non vive per la bicicletta ma vive per i Kudos e per i Kom. Ha l’abbonamento premium, rimane nella pancia del gruppo per poi scattare appena vede una salita. In perenne ricerca di record e coppe virtuali.

Il milionario

Ha la bicicletta top di gamma, ovviamente con ruote ad alto profilo. E’ un libero professinista ed ha più completi tecnici lui che tutto il gruppo messo insieme.Veste solamente Rapha o Assos. Non esce per fare chilometri, ma per portare la sua fiammante bicicletta in parata domenicale. L’importante è attirare sguardi compiaciuti da chi proviene in direzione opposta.

Il competitivo

Per lui esiste solamente una cosa, la velocità media oraria. Scatta in salita e tiene alta le media del gruppo sacrificandosi in ogni lungo rettilineo. E’ un agonista mancato, ha il misuratore di potenza, si fa seguire da un preparatore atletico ma non compete nelle granfondo. La sua vera gara è con se stesso.

Il ritardatario

E’ l’ultimo ad arrivare, ed i suoi compagni di viaggio si divertono a sentire le scuse che ogni volta espone al gruppo. Nonostante l’appuntamento viene prefissato quindici minuti prima dell’orario ufficiale, riesce comunque ad arrivare fuori orario.

Mezzogiorno

La domenica deve essere a casa per mezzogiorno. L’unico obiettivo del giro non è godersi le amicizie ed il paesaggio circostante ma è arrivare a casa puntuale per il pranzo domenicale con tutta la famiglia. Se il gruppo decide di allungare lui decide di ritornare a casa in solitudine. Più che un’uscita in bicicletta, una corsa contro il tempo.

Seguici sulla pagina Facebook e nel nuovo gruppo Telegram per rimanere sempre aggiornati, oppure su Google News