Cipollini commenta il mondiale criticando Pogacar, anche se ha pagato l’inesperienza, e critica soprattutto la nazionale azzurra, fatta di atleti “vecchi”.

Mancano i giovani, manca linfa vitale, manca un cambio generazionale a questo sport. Sappiamo benissimo come ragionano e come si muovono le altre nazioni, è ora di cambiare. Dobbiamo politicamente cambiare rotta e marcia. Siamo obbligati a farlo.

Ancora un attacco alla dirigenza sportiva. Si criticano le scelte e quell’aggrapparsi esclusivamente alle medaglie conquistate tralasciando però le grandi corse a tappe o le classiche dove l’Italia è in poca evidenza. E’ li che dobbiamo farci vedere, cosi commenta il Re Leone.

Le critiche di Cipollini continuano ancora sulla pubblicità e su quel logo che abbiamo visto tutti sulla maglia azzurra, secondo lui molto evidente lasciando poco spazio al tricolore. Gli unici al mondo a farlo.

Ecco il video del commento di fine mondiale

Seguici su Facebook per rimanere sempre aggiornati oppure su Google News

Photo credits: Fb Mario Cipollini