Senza una corretta attitudine mentale non si raggiungerà mai il pieno potenziale della propria performance sportiva. Gli allenatori lo sanno bene, proprio per questo motivo bisogna considerare diversi fattori per capire quali sono i nostri limiti che ci impediscono di raggiungere traguardi e risultati prefissati.

La motivazione

Quanto siamo motivati? La motivazione è il mezzo con cui possiamo raggiungere prestazioni degne di nota. Più sarà elevato il nostro obiettivo maggiore motivazione avremo bisogno. Se pensiamo ad esempio ad una gara impegnativa da svolgere ed un certo risultato da ottenere, dovremo fare i conti con dieta, amicizie ed allenamenti intensi. Sacrifici che dietro ad essi celano molta motivazione a raggiungere l’obiettivo prefissato.

Il livello di motivazione non si allena, è qualche cosa di innato che risiede all’interno di ogni singolo atleta. Se guardiamo alla televisione gare di ciclismo, se parliamo di ciclismo, se leggiamo argomenti legati al ciclismo, sicuramente avremo dentro di noi una buona base di motivazione che è la passione per lo sport che stiamo facendo. Il fatto di avere intorno a noi persone che siano altrettanto motivate ed interessate aiuta a tenere alto questo livello.

Sogni ed obiettivi

L’obiettivo è la meta da raggiungere, il sogno un possibile obiettivo che vogliamo realizzare ma che ci sembra inarrivabile. Ad esempio un sogno potrebbe essere concludere una granfondo nei primi 100 della classifica generale, oppure realizzare un giro in bici da corsa di 400 chilometri in una giornata. Non è detto che i sogni e le motivazioni devono per forza riguardare il mondo delle competizioni.

Mi ricordo ancora quando un mio carissimo amico preparò il giro d’Italia in bicicletta. Aveva pianificato una data ed un chilometraggio giornaliero. In quel periodo si allenava moltissimo, per allenarsi cosi tanto aveva un sogno e per realizzare questo sogno aveva una grossa motivazione: onorare il padre defunto e la promessa fatta prima della sua morte. Sogni ed obiettivi viaggiano con la spinta motivazionale.

Stile di vita

Per raggiungere sogni ed obiettivi dobbiamo anche modificare le nostre abitudini di vita. L’allenamento avrà la priorità su amici, cibo spazzatura ed ulteriori hobby che possono in qualche modo intaccare i nostri obiettivi. Un atleta che vorrà arrivare tra i primi cento di una granfondo dovrà sacrificare serate con gli amici per prediligere il riposo ed il recupero. Una cena, una festa di compleanno, dovranno in qualche modo prevedere un tipo di alimentazione il più corretta possibile. Il cibo è la benzina dei nostri allenamenti e del recupero fisico.

Lo stile di vita in questo modo potrebbe sembrare noioso, ma dalla nostra parte avremo ancora una volta gli obiettivi prefissati ed una grandissima motivazione.

Il supporto di amici e compagni/e

La prima causa di un insuccesso per un atleta è il disinteresse. Proprio per questo motivo è molto importante avere al nostro fianco amici, compagni/e che ci supportano nella nostra passione. Una famiglia, una compagna/o che ci boicotta i nostri allenamenti è deleterio per il nostro interesse nei confronti della disciplina ciclistica e per il raggiungimento del nostro obiettivo. La parola disciplina non è una parola usata in modo improprio. Per poter raggiungere determinati obiettivi avremo bisogno di essa, auto disciplina, che senza una giusta motivazione, uno stile di vita corretto, un sogno da realizzare, amici e compagni/e che ci spronano renderebbe vano il nostro progetto.