Non sto nella pelle.

Sabato 14 Ottobre si svolgeranno le finali della Red Hook a Milano zona Bovisa. Ultima tappa dopo Barcellona, Brooklyn e Londra.

La Red Hook è una gara in circuito su bici a scatto fisso, ovvero biciclette senza freni e dotate di una trasmissione con presa diretta al pignone senza ruota libera, delle vere e proprie biciclette da pista che gareggiano su strade cittadine chiuse al traffico. Pane per pistard e velocisti.

L’atmosfera è quella classica di chi non si prende troppo sul serio, birra a fiumi, tatuaggi, look Hipster e street food, ma i team che vi partecipano arrivano da tutto il mondo (molti ufficiali).

Mattino prove, pomeriggio finali di qualificazione, sera gare.

In notturna? Certamente, perché gli atleti si sfideranno al buio illuminati solamente dai lampioni e da alcuni gruppi elettrogeni posizionati nei punti più critici del tracciato.

Come disciplina ciclistica mi piace molto, è veloce, si corre in circuito ed i watt da sprigionare sono veramente tanti, serve una certa dose di fortuna (evitando cadute), una grande padronanza del mezzo e tanta tanta tantissima gamba. Sessanta minuti in soglia e fuori soglia. Mica poco.

Il movimento fixed in Italia sta crescendo sempre più ed i punti di riferimento sul web per poter conoscere meglio questa nuova disciplina (appena riconosciuta dalla Fci con un campionato italiano) sono:

Fixed Forum  ed gruppo su Facebook Scatto fisso Italia

Spero che il movimento scatto fisso possa crescere ulteriormente portandosi con se anche la pista, una specialità purtroppo di nicchia e con strutture scarse in Italia (un velodromo in Brianza?) che limitano di molto il diffondersi di questa spettacolare specialità.

Io ci sarò per scattare numerose foto. La manifestazione è gratuita cosa volete di più!

Ci vediamo alla Red Hook?