Il ciclismo è una miniera di racconti, fucina di storie e aneddoti, alcuni dei quali hanno fatto la storia, altri sono semplicemente episodi di un giorno, di un momento, di un istante. Tutti però hanno in comune l’aver creato l’epopea della disciplina, perché non vi è nessun altro sport come quello della bicicletta che unisce gli eroi della gara con la passione del tifo a bordo strada. Una passione che molto spesso si tramuta in una ‘frenesia da ciclismo’ e che si nutre di storie che non riguardano in via esclusiva i ciclisti, ma che contagia tutta la straordinaria galassia che ruota intorno a una gara di ciclismo.

Ed è così che Garmin ha sviluppato la mini-serie “GiroMania”: tre racconti video che hanno altrettanti protagonisti, a modo loro, unici e per nulla scontati.

Savoldelli e la prima volta del Passo delle Finestre

La prima puntata è on-line da alcuni giorni e già dal titolo “Il Falco” si intuisce chi è la star: il bergamasco Paolo Savoldelli sfoglia il libro dei ricordi del Giro d’Italia anno 2005 con la seconda delle sue vittorie (la prima nel 2002), ripercorrendo la cronaca della tappa clou di quella edizione, la Savigliano – Sestriere, entrata nella storia delle due ruote per l’esordio del Passo delle Finestre e la lotta incrociata tra Gilberto Simoni, Danilo Di Luca e il venezuelano José Rujano, uniti nel voler strappare la maglia rosa a Savoldelli. Ed è proprio dalle parole di Savoldelli che emerge la strategia di gara adottata dal bergamasco che ha lasciato sfogare gli avversari diretti, consapevole sia del proprio vantaggio in classifica, ma anche dei propri limiti in salita rispetto ai tre scalatori puri.

Oscar Chiesa e la simpatia per il ciclista venuto da oriente

È on-line “Il Mecca”, la seconda puntata della serie GiroMania che vede protagonista Oscar Chiesa, apprezzato meccanico del punto vendita Pro-m di Milano, ma che a cavallo del nuovo millennio, è stato per lungo tempo tecnico dei materiali in alcune formazioni professionistiche, dal Team Polti alla Colpack – Astro. Ed è proprio in quest’ultima squadra che ruota il racconto di Chiesa che ha come protagonista non sé stesso, bensì il giapponese Hidenori Nodera, che arrivò in Italia nel 2001 diventando, l’anno successivo, il secondo ciclista nipponico a concludere un Giro d’Italia (dopo Masatoshi Ichikawa nel 1990). Un racconto ricco di colore ma umano, quello che fa Chiesa parlando di un ciclista venuto dal sol levante e proiettato in un mondo tutto nuovo, tra difficoltà di lingua e adattamenti non sempre facili a stili di vita “lombardi”.

Oltre il simbolo, il desiderio di vestire la vittoria

Nell’edizione del 90esimo anniversario della istituzione della Maglia Rosa, il terzo e ultimo episodio della serie GiroMania non poteva che essere dedicato al capo più ambito del ciclismo italiano. Dal titolo “La Maglia” il racconto di Garmin è un viaggio in Castelli che oggi confeziona la jersey del

leader di classifica e che porta in dote tradizione e innovazione, storia del ciclismo in bianco e nero e tecnologia tessile applicata allo sport. Una lunga chiacchierata con Steve Smith, brand manager di Castelli, sulla storia della maglia rosa e sul futuro del capo più iconico del ciclismo Made in Italy.

I tre episodi di GiroMania sono fruibili sui canali social di Garmin Italia, Youtube e Facebook.