Il ciclismo è stato definito lo sport più duro del mondo e come tale lo si può  definire metafora di vita. Ma il ciclismo, la strada e le impegnative salite hanno dei contenuti nascosti che potremmo paragonare a veri e propri insegnamenti.

La vita, cosi come la pratica del ciclismo sono un lungo percorso che senza la giusta direzione non portano ad un obiettivo. Al suo interno possiamo trovare le dure salite paragonabili alle difficoltà del quotidiano, tratti di pianura e tratti di rilassante discesa. 

Ma che cosa ci insegna il ciclismo nella sua pratica?

Caparbietà e tenacia

Salita. 7% di pendenza media, 25 km, 48 tornanti. Il suo nome è Stelvio. La voglia di conquistarlo è tantissima, ma prima di arrivare in vetta i mesi precedenti sono stati altrettanto duri. Allenamento, allenamento ed ancora allenamento per arrivare in vetta. Per raggiungere un obiettivo ci vuole caparbietà e tenacia, proprio come nel quotidiano. Senza una giusta preparazione, senza la giusta motivazione gli ostacoli non si superano. Il ciclismo ci prepara a lottare ed a superare le dure prove.

Altruismo

Chi corre oppure ha corso nel passato, sa benissimo che il ciclismo nonostante sia considerato uno sport individuale è pur sempre un’insieme di individui che formano una squadra. Vento in faccia, lunghe fughe, scatti e contro scatti, sfinirsi per far vincere un solo atleta. Se manca l’altruismo, l’empatia, il sacrifico anche nella vita sarà difficile ottenere le giuste e tanto sudate soddisfazioni, ancora una volta il ciclismo insegna.

Disciplina

Anche in questo caso, la disciplina è la prima caratteristica utile per portare a termine un obiettivo. Senza disciplina non esiste la costanza, e sappiamo quanto sia necessaria per la propria crescita sportiva e prestazionale. Per non saltare un allenamento, per mangiare correttamente anche davanti a tentazioni tangibili ed allettanti la disciplina è assolutamente necessaria; e nella vita funziona esattamente in questo modo. Quante persone arrivate al successo hanno dovuto faticare tralasciando a volte la vita sociale e gli affetti per dedicarsi totalmente alla propria attività? Grazie ad una forte disciplina interiore sono riusciti a raggiungere il successo, il ciclismo ne è un esempio.

Costanza

Se manca la costanza nel proprio impegno, allora i risultati saranno discontinui. Se saltiamo due o più allenamento durante una settimana o un ciclo di preparazione, salterà l’intero programma. Ancora una volta la costanza chiama la disciplina, passeggiano a braccetto e si allenano insieme. E’ totalmente superfluo ancora una volta ribadire che nella vita reale funziona esattamente cosi. Più saremo costanti più il risultato arriverà in fretta.

Caparbietà e tenacia, altruismo, disciplina e costanza sono elementi che nella formazione di un individuo sono punti focali per affrontare la nostra quotidianità. Con il ciclismo si allenano inconsapevolmente, insomma possiamo confermarlo: è una palestra di vita .

Seguici sulla pagina Facebook e nel nuovo gruppo Telegram per rimanere sempre aggiornati, oppure su Google News