In questo post lockdown abbiamo potuto assistere come evidenziato in diversi articoli ad un vero e proprio boom di vendite nel settore ciclistico. Negozi presi d’assalto e difficoltà a reperire il materiale hanno costretto alcuni negozianti ad esporre cartelli fuori dai propri negozi con la dicitura “tutto esaurito”.

Per comprendere meglio i motivi chiediamo a chi è nel settore da diversi anni ed è nodo centrale della filiera legata alle due ruote. Forse non tutti sanno come funziona una realtà industriale legata al mondo del ciclismo che parte dal produttore fino al consumatore.

Five Advanced Gloves

I passaggi sono diversi ed articolati. Uno di questi è la figura centrale del distributore, proprio per questo motivo abbiamo contattato Loris Campagnolo socio della Ciclo Promo Components Spa per farci spiegare meglio il suo lavoro e capire meglio che cosa sta succedendo.

Ciclo Promo Components è nato nel 1986 con il boom della mountainbike e già con un’esperienza quarantennale nel settore del ciclismo alle spalle. I brand vengono proposti attraverso una rigorosa ricerca di mercato ed una successiva post verifica del sentiment per vedere come i consumatori hanno reagito alle novità.

Ciclo promo components annovera all’interno del suo catalogo prodotti del calibro di Shimano, Maxxis, Selle Italia, Campa Bros e numerosi altri visionabili nel sito web.

Ma come avviene il contatto con il produttore?

Il contatto principale avviene durante le nostre visite nei continenti e alle fiere di settore. La continuità del rapporto con il produttore è annuale sulla base di obiettivi di acquisto e di vendita e la comunicazione avviene in collaborazione con le aziende rappresentate.

Il lavoro del distributore è fondamentale per la reperibilità dei pezzi di ricambio ed anche per l’assistenza post vendita.

Una situazione che sta diventando difficoltosa per i commercianti con le scorte messe a dura prova. Abbiamo chiesto ad uno dei titolari di Ciclo Promo Components che cosa ne pensa dell’attuale situazione post lockdown.

E’ stata un’opportunità per tutti quanti avevano biciclette a stock. Per quanto ci riguarda la nostra situazione non è cambiata, a parte il completo fermo vendite dal 14/03/2020 al 04/05/2020

Parlando sempre del boom di richieste per l’acquisto di una bici nuova abbiamo sottolineato la difficoltà nel reperire i vari modelli dai rivenditori. Loris Campagnolo ci ha spiegato che c’è stata una domanda talmente improvvisa che l’offerta non è stata in grado di soddisfare le esigenze dei consumatori.

Campa Bros Pedali

Parlando di come Ciclo Promo Components sta affrontando questo periodo Loris ci rammenta che

Bene, ma con un pò di preoccupazione sul prossimo periodo autunnale/invernale.

Abbiamo posto poi l’attenzione su altri problemi ovvero sul futuro della mobilità in Italia e sulla situazione futura dei nuovi ciclisti.

Solo 2 su 10 continueranno ad utilizzare la bicicletta. Penso che con quasi 7 milioni di autoveicoli in più rispetto alla Francia con grossomodo lo stesso numero di abitanti il mercato in Italia non avrà una crescita veloce.

Parlando poi di cultura della mobilità sostenibile, Loris pensa che ci sono piccoli spiragli anche se a lungo termine.

Abbiamo voluto dar voce a chi in questo ambiente più di tutti vede il movimento nel suo insieme attraverso la distribuzione dei brand più importanti.

Grazie a Loris Campagnolo di Ciclo Promo Components che con la sua esperienza ha decisamente un punto di vista chiaro e generale sul futuro del ciclismo nel nostro bel paese.

Photo Credits: Emanuele Barbaro