Lo spostamento a fine ottobre di Nova Eroica, che solitamente si svolge in stagioni decisamente più calde e assolate, sembrava l’ennesima maledizione causata dal Covid-19. In realtà in questo periodo dell’anno la Val d’Arbia e la val d’Orcia, che domenica 25 ospiteranno l’edizione 2020 di Nova Eroica, offrono una splendida cartolina autunnale della campagna senese.

La stessa Buonconvento (SI), epicentro delle numerosissime iniziative che caratterizzano l’evento, si mostra ancora più accogliente nella sua popolazione che di natura sempre con grande generosità apre il borgo ai viaggiatori di ogni provenienza e ai sognatori di ogni età. 

Nova Eroica è dedicata alle bici moderne tipo gravel, strada e ciclocross ma le strade sono quelle ormai famose tra tutti i collezionisti di belle emozioni, non solo a pedali. Sono le strade bianche, un tempo simbolo di ritardo e oggi icona di lentezza e qualità della vita, che domenica 25 ottobre si presteranno ai ciclisti che amano riscoprire il senso l’avventura e la bellezza del paesaggio. Sarà però un viaggio riservato a 1000 ciclisti, quanti la cautela per la pandemia ne consiglia come numero massimo che, in questo caso, diventa così numero chiuso. 

Il programma di Nova Eroica non è dedicato esclusivamente ai ciclisti ma si propone come un vero e proprio invito alla visita di Buonconvento e alla partecipazione alle numerosissime iniziative in programma già da venerdì 23 ottobre. 

Sabato 24 ottobre aprirà il “Bike Village”, con espositori importanti non solo del mondo del ciclismo, lo spazio di Eroica nel Mondo (Eroica South Africa, Eroica California, Eroica Japan, Eroica Hispania, Eroica Britannia, Eroica Limburg, Eroica Germania), il Ciclo Club Eroica, appuntamento periodico con gli eroici fedelissimi.

Domenica 25 ottobre, chi vorrà, potrà annullare la cartolina postale che troverà nel pacco gara con il francobollo di Coppi e Bartali presso lo stand di Poste Italiane. Poi il via dei concorrenti sui tre percorsi di Nova Eroica; rispettivamente 62 chilometri (“Val d’Arbia), 85 chilometri (“Crete Senesi”) e 130 chilometri (“Terra di Siena”). Il via sarà dato tre ciclisti distanziati ogni minuto. 

Nova Eroica assegnerà il titolo di campione nazionale gravel con una formula condizionata dalle misure di sicurezza. Non ci sarà alcun rilevamento cronometrico sul percorso dunque il titolo sarà assegnato alle squadre, composte da quattro ciclisti indifferentemente uomini e donne, iscritte al percorso lungo che giungeranno all’arrivo nell’arco di 30 secondi. La squadra vincitrice riceverà una maglia di campione nazionale.

Ogni atleta della squadra riceverà una medaglia come Campione Nazionale Gravel. Da Buonconvento si toccano le località: Asciano, Monteroni d’Arbia, Murlo e Montalcino, un paradiso di strade bianche per ogni tipo di ciclista.

Seguici su Facebook per rimanere sempre aggiornati oppure su Google News