Abbiamo provato tutti ad uscire in gruppo, ed ognuno di noi ha delle caratteristiche particolari di carattere che lo confinano all’interno di una determinata categoria di ciclista. Ci siamo confrontanti tra di noi, e dopo un lungo diverbio amichevole davanti ad un caffè abbiamo individuato le cinque peggiori da evitare assolutamente se non si vuole litigare. Il ciclismo prima di tutto deve essere un divertimento.

  • Il chiaccherone: E’ il tipico ciclista che si affianca dall’inizio alla fine del giro raccogliendo insulti dagli automobilisti e facendo odiare tutta la categoria. La sua caratteristica è la loquacità, anche quando non vorresti e stai faticando su una lunga e ripida salita.
  • Il super competitivo: Appena esci è subito sulle tue ruote, non molla un attimo la tua scia, ma ti stacca in salita aspettandoti in cima. Lui è quello che vuole vincere a tutti i costi, spesso ti guarda con aria di sfida mentre ti sorpassa.
  • Il succhia ruota: Più che un compagno di allenamento è un approfittatore seriale. Non ti da mai il cambio nei lunghi rettilinei ed approfitta della tua ruota. Una volta che ha finito il giro si pavoneggia con gli amici per la media elevata, raggiunta con il sacrificio del gruppo.
  • Il mezzogiorno: E’ il classico uomo sposato che a mezzogiorno in punto della domenica deve ritornare a casa per far fronte agli impegni matrimoniali. Non è mai stato avvistato dopo le ore 12:00.
  • Il media oraria: E’ insieme al competitivo quello che tira il gruppo per aumentare la media oraria. Per lui non è importante l’uscita ed il paesaggio. Prima di diminuire la velocità ad uno stop mette in pausa il proprio ciclocomputer per non far compromettere la media oraria. Sfinisce il gruppo.

Questi sono i cinque “personaggi” che personalmente odiamo e che non vorremmo mai avere con noi quando facciamo un lunghissimo giro in bicicletta. Per noi il ciclismo è senza ombra di dubbio divertimento ed amicizia.

Foto credits: Le Tour De France

Seguici su Facebook e Telegram per rimanere sempre aggiornati , oppure su Google News