Lo scorso anno ho percorso le strade bianche in gravel, quelle dell’Eroica e del suo circuito permanente.
Ottanta chilometri in buona compagnia con una piccola sosta a Gaiole, luogo caratteristico e famoso per la partenza della manifestazione ciclostorica più famosa del mondo.

L’ antico borgo invitava ad una pausa, ed anche le mie gambe che ormai avevano chilometri in “memoria”. Tutto in quel piccolo centro storico di Gaiole richiamava al ciclismo, soprattutto il caratteristico negozio di Emanuele “LA BOTTEGA”.
Dopo due giorni esatti con la scusa di acquistare un ricordo dell’impresa eroica ci siamo recati al negozio di Emanuele.
Uno spettacolo per la vista e per il cuore.

La Bottega di Gaiole in Chianti


Emanuele ci ha accolto con un grande sorriso e con la sua storia, la storia di un’attività commerciale famosa ormai in tutto il mondo.

Ciao Emanuele, come è nata l’idea del tuo negozio “LA BOTTEGA” ?

L’idea de LA BOTTEGA è nata dalla felicità che ho visto negli occhi delle persone che venivano a fare L’EROICA e dalla mia disperazione.
Era un periodo molto difficile per il lavoro e dopo alcuni anni di riflessioni ho deciso di cambiare vita, non cercando un altro lavoro per fare soldi, ma un posto dove vivere la mia vita.
LA BOTTEGA è stata fatta con materiali di scarto e oggetti vintage di bassissimo costo, inizialmente per necessità, poi per un concetto ben preciso.
Si può recuperare quasi tutto e riuscire a dare emozioni.

Che cosa possono trovare all’interno del negozio gli appassionati di ciclismo?

All’ interno del negozio si può trovare tutti i prodotti de L’EROICA, della BIANCHI, abbigliamento da ciclismo moderno e in stile vintage, abiti da donna retro, borse, scarpe e tanto altro.
Oltre a questo c’è WHITE ROADS l’altra mia idea, un marchio di abbigliamento ispirato al ciclismo, con t-shirt, maglioni e altro.

L’arredamento che hai utilizzato è molto caratteristico, un tuffo nel passato, ce ne vuoi parlare?

Materiali di scarto, che spesso venivano buttati via, dalle vecchie lamiere a tavole di legno vecchio, in più tanti, tantissimi oggetti di poco valore ma che ricordano la vita delle famiglie dei nostri nonni, cioè quelle famiglie che hanno vissuto gli anni del ciclismo eroico di Bartali e Coppi.

Vendi sia materiale originale Eroica confezionato da Santini ma hai anche una tua linea di abbigliamento personale molto apprezzata. Come è nata l’idea?

L’idea di WHITE ROADS è nata con la voglia di comunicare il mondo eroico ai ragazzi più giovani, sia con t-shirt e altri capi che si possono indossare sempre ma che ricordano il passato. Indossare il ciclismo, quello di tutti i giorni, di quella gente che pedala per divertimento.

Ti senti quindi anche un po’ stilista?

Mi sento soprattutto artigiano, non so se sono uno stilista, mi sembra un parolone troppo grosso legato a me.
M piace che la gente apprezzi le mie idee e che le indossi.

Sul tuo account Instagram vediamo spesso personaggi molto famosi appassionati di ciclismo che indossano le tue magliette. Sono tuoi fedeli clienti?

Sono tutti amici, più o meno, che prima non conoscevo, persone a cui sono piaciuti i prodotti e hanno capito il mio spirito.
Il bello è che ci sono ciclisti professionisti, ma anche cantanti, deejay, fotomodelle, tutti persone pazze per la bici.

Ti potresti definire uno spirito Hipster?

Ti confesso che sono andato a guardare la traduzione, non sapevo cosa volesse dire.
No, sono uno che si guarda intorno, osserva e cerca di fotografare il mondo della bici che lo circonda.

Siamo curiosi. Ci parli dei giorni che precedono L’Eroica e del giorno stesso durante la partenza?

Non sono giorni sono mesi, cerco di preparare tutto alla perfezione per ospitare gli eroici, gli amici che vedi una volta l’anno.
Dalla musica, al barbiere, tutto deve essere divertimento sano.
Per me è Natale, ultimo dell’anno, Pasqua, Compleanno tutto insieme.
Non è descrivibile le emozioni che si provano.

Possiamo immaginare la magia del luogo durante i giorni “Eroici”. Ti sono mai capitate richieste strane nel tuo negozio?

Tutti i giorni, è il bello di essere un negozio strano, alcuni lo scambiano per un museo, altri ti chiedono di ri-fargli un pezzo di arredamento a casa loro.

Il cliente che veniva da più lontano?

Ci sono persone da tutto il mondo Australiani, Brasiliani, Thailandesi, anche se non amanti del ciclismo entrano incuriositi dallo stile del negozio e scoprono un mondo.

Hai qualche novità nel prossimo futuro?

Quest’anno ero pronto per distribuire nei negozi il marchio WHITE ROADS ma è successo quello che è successo.
Ho chiuso gli occhi ed ho deciso di rinnovare lo shop on line in modo tale di essere vicino a chi non può venire a Gaiole e cercare di sopravvivere.
Di una cosa sono certo, la mia vita è cambiata sei anni fa e non voglio tornare indietro, ora non mi voglio fermare.

Le tue magliette possono essere acquistate online. Ci daresti l’indirizzo del tuo sito web?

Il nostro shop on line è www.bottegagaiole.it
Il sito per vedere i miei prodotti invece è www.whiteroads.it

Grazie del tempo dedicato e della calda accoglienza che ci hai fornito quando siamo entrati nel tuo negozio. Andatelo a trovare ne vale veramente la pena!