Per richiedere il bonus mobilità uno dei requisiti necessari e fondamentali oltre ad aver compiuto la maggiore età e risiedere in provincia o capoluoghi di provincia con almeno 50.000 abitanti è avere la SPID, ovvero il sistema unico di accesso tramite identità digitale. Spid non è una semplice user e password ma la chiave di accesso ai servizi pubblici, quindi molto personale.

Il sistema unico di accesso è possibile richiederlo con estrema semplicità. Vediamo come procedere per non farci cogliere impreparati quando verrà messo online il sito web per la richiesta del bonus mobilità.

Per i residenti in Italia è necessario avere:

  • un indirizzo e-mail
  • il numero di telefono del cellulare che usi normalmente
  • un documento di identità valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente)*
  • la tua tessera sanitaria con il codice fiscale*

Scegliamo un provider per effettuare la richiesta:

In collaborazione con le istituzioni statali alcuni provider privati consentono di farci ottenere la nostra chiave di accesso SPID. Alcuni provider potrebbero richiedere una procedura a pagamento.

I tre step fondamentali dopo aver scelto il provider:

  1. Inserire i dati anagrafici
  2. Creare le credenziali SPID
  3. Effettuare il riconoscimento

Per quanto riguarda il riconoscimento ogni provider avrà una propria modalità, in alcuni casi sarà necessario l’utilizzo di una web cam e questa procedura a pagamento. Una volta scelto il provider la procedura di richiesta verrà spiegata passo dopo passo sul sito web di chi fornirà il servizio. L’iter è sicuro ed i livelli di sicurezza dipendono anche in questo caso dal server utilizzato. Se scegliete Poste.it la procedura verrà fatta online mentre il riconoscimento verrà effettuato nella filiale recandosi al proprio sportello vicino casa.

Attraverso la seguente procedura sarà possibile avere il proprio SPID personale indispensabile per procedere con la richiesta del bonus bici. Ricordiamo inoltre di conservare la fattura dell’acquisto, prova della spesa sostenuta.