Ashton Lambie, lo statunitense che ha lanciato la sfida al nostro Top Ganna, ce l’ha fatta.

Ieri nel velodromo Aguascalientes (Messico) ha pedalato in 3 minuti, 59 secondi e 93 centesimi infrangendo cosi il record mondiale conseguito nel 2020 di 4.01.934 minuti.

Chi è Ashton Lambie?

Ashton Lambie è un corridore su pista che ha infranto il record del mondo per ben due volte nel corso della sua carriera posizionandosi nei mondiali 2020 di inseguimento individuale sul secondo gradino del podio, dunque non un novellino.

La curiosità di questo atleta americano è che non solo è in grado di infrangere record ma è amante delle lunghissime distanze. Mentre nel nostro bel paese il movimento gravel è appena partito con le sue gare, in America è ormai da diverso tempo un fenomeno ben collaudato. Lambie infatti è anche famoso per aver partecipato a diverse gare su ghiaia come la famosissima Dirty Kanza che concluse al sesto posto per rottura del deragliatore.

Baffi, polvere e tanta, tantissima potenza per questo ragazzo che ama divertirsi con la bicicletta.

Ashton Lambie ha un dottorato in musica, suona il pianoforte ed è un meccanico. Una delle sue passioni è sistemare motori di auto e camion, per concludere in bellezza, possiede anche un piccolo laboratorio dove ama costruire oggetti di legno.

I suoi baffi anni 70 lo hanno reso un personaggio riconoscibile, e nonostante le sue doti atletiche importanti, sul suo personale sito web si può leggere questa frase:

The cycling homepage of midwestern mustache connoisseur, Ashton Lambie. Gravel, Track, and Ultra-distance shenanigans.

Modestie a parte, per battere il record di Ganna, l’atleta Americano si è consultato con esperti di aerodinamica e di componentistica per limare ogni centesimo di secondo possibile. Il rapporto da lui usato è stato un 64×14 che gli ha permesso nella pista più veloce del mondo (situata a 1800 metri di altezza) di infrangere il muro imposto dal nostro missile italiano.

Un record veramente importante ma che è stato battuto in altura a differenza del precedente record di Filippo che è stato fatto in condizioni normali, non per niente la pista in Messico, viene definita la più veloce del mondo.