Con l’arrivo delle biciclette dotate di freni a disco si è introdotto anche un nuovo componente che risulta essere sempre più importante: il perno passante. Il perno passante è un elemento fondamentale della bicicletta, ma in commercio ne esistono ancora pochi acquistabili after market che possono fare la differenza sulla guidabilità e sulla rigidità del mezzo.

Uno dei primi a proporlo è Dante Codeluppi, in titanio grado 5, visto ed utilizzato personalmente da Elia Viviani sulla De Rosa che correrà il prossimo ottobre al Giro D’Italia. Il particolare ci ha talmente incuriositi che abbiamo deciso di contattare il titolare dell’azienda Meti per cercare di capire qualche cosa in più sul prodotto.

Ma facciamo un passo indietro.

I perni passanti in titanio grado 5

Dante ha iniziato la sua attività nel 2009 all’interno della sua realtà artigianale, Meti, cercando di diversificare la propria produzione. Ben presto attraverso una rete di contatti si ritrova a lavorare un metallo prezioso come il titanio per alcune aziende del settore medicale. La sua grande passione per il ciclismo ed un problema di usura dell esagono incassato di un perno passante lo convincono a prototipare un modello interamente in titanio.

Come spesso accade, le scoperte avvengono per puro caso, Dante percepisce sin da subito un notevole miglioramento nella guidabilità ed una maggiore rigidità del mezzo in ogni condizione.

I perni passanti vengono testati da numerosi atleti di coppa del mondo Mtb, come ad esempio Mirko Tabacchi, Mattia Setti, Eva Lechner, Lucia Bramati e Gioele Bertolini e molti altri con grande soddisfazione.

Dalla produzione per la mtb si passa al ciclocross ed in breve tempo alle bici da corsa. Elia Viviani si interessa al prodotto e lo prova sulla sua De Rosa senza mai toglierli, apprezzandone la rigidità garantita dal titanio grado 5, e la precisione di guida. Proprio a conferma della bontà del prodotto, mentre stavamo scrivendo l’articolo Elia rinnova l’ordine in vista del Giro D’Italia.

In un punto fondamentale e delicato della bicicletta, molto stressato dalle sollecitazione come il perno passante delle ruote il titanio può fare la differenza. Il titanio grado 5 ha una resistenza doppia rispetto all’alluminio attualmente utilizzato per la costruzione dei perni passanti. Una resistenza che si tramuta anche in leggerezza garantita dalla preziosità del materiale.

I perni passanti, costruiti manualmente sono un vero e proprio gioiello di puro artigianato italiano, ogni confezione ha il suo certificato e sono disponibili sia per bici da corsa che mtb (in base alle forcelle) e per il ciclocross.

Il peso, varia a seconda delle misure, ma sono nettamente più leggeri di quelli montati di serie sulla propria bicicletta.

Il design è estremamente curato, tanto che una volta montati sulla propria bicicletta, rimangono quasi invisibili essendo forati all’interno.

Il costo varia da 110 Euro fino ad arrivare a 230 Euro per un prodotto che dura in eterno e che dona rigidità, maneggevolezza, ed una migliore guidabilità generale alla vostra bicicletta.

Per info e preventivi https://www.metireggioemilia.it/

Seguici su Facebook per rimanere sempre aggiornati oppure su Google News